Castiglione della Pescaia sembra esercitare un’attrazione magnetica sui turisti: è soprannominato “la Svizzera della Maremma” per i suoi pittoreschi edifici color pastello e i cortili che sembrano davvero imitare un autentico villaggio svizzero, ma senza le acconciature di Heidi.

Quando il sole tramonta, la maggior parte della Maremma si rilassa per la notte, ma non Castiglione della Pescaia. Dopo una cena all’aperto, la gente del posto si sposta verso il lungomare o le spiagge punteggiate di pini, riconosciute a livello nazionale per la loro bellezza. La serata continua con i cocktails serviti nei bar alla moda sulla spiaggia. Tra gli altri, hanno abitato sulla spiaggia di Castiglione della Pescaia Robert De Niro, Sophia Loren e lo scrittore Italo Calvino, che si dice di aver usato questa zona come fonte di ispirazione per il suo paradiso in Palomar. Calvino è sepolto in un mausoleo stravagante nel cimitero della città.

Storia:

A differenza del resto della Maremma, Castellione de Piscaria, come era originariamente chiamato il paese, fu fondato dai pisani nel X secolo. 
Quattro secoli più tardi e stanchi delle angherie dei proprietari terrieri, i Castiglionesi trasformarono il loro paese in un libero comune.
L’esperienza fu però interrotta prima dalla peste nera, poi dalle incursioni dei pirati e, infine, dall’invasione spagnola. Al tempo della dominazione medicea la città era ormai caduta in rovina. Ci vollero molto tempo e molte risorse finanziarie perché il Granduca di Toscana riuscisse a far tornare Castiglione al suo antico splendore nel XVII secolo.

Da vedere:

Iniziate il vostro tour dal luogo di incontro preferito della cittadina, corso della Libertà, perfetto per godere di una bella vista sul porto e fare acquisti fino a tardi. In serata, la via è sempre affollata dalla gente che mangia nelle pizzerie e nelle osterie tradizionali. Seguite la ripida via Montebello fino al centro storico. Le mura di epoca spagnola sono state inglobate in case e negozi, e questo aumenta l’impressione di entrare in una città fortificata. Il palazzo di Eleonora dalla pietra color crema è uno dei primi edifici che vedrete; fu costruito nel XVI secolo per la moglie di Cosimo Medici, Eleonora di Toledo. Alla fine di via Montebello c’è il cortile del castello. Mentre quest’ultimo è chiuso al pubblico, il cortile è stato trasformato in una grande piazza all’aperto che offre le migliori vedute della costa. Il castello di Castiglione fu costruito nel XI secolo, quasi una Torre di Pisa ante litteram. Nelle vicinanze si trova la Chiesa di San Giovanni Battista dal campanile neogotico arancione e verde che riflette i colori del mare e spicca sullo skyline della città. Sul suo altare principale ci sono due reliquie, il braccio e la gamba del santo patrono, San Guglielmo di Malavalle, un cavaliere francese divenuto eremita che si crede sia morto nella campagna circostante.

EVENTI

Notte Bianca 

Giugno, Luglio e Agosto

Una notte di divertimento e musica in uno dei luoghi più belli della Maremma Toscana… 

Palio Marinaro

Seconda settimana di agosto

Per 50 anni, i cinque quartieri di Castiglione della Pescaia si sono sfidati in una gara in barca a remi attraverso il mar Tirreno. Nel folklore locale, il palio è iniziato quando alcuni pescatori castiglionesi decisero di prendere una giornata di pausa dal lavoro per competere tra di loro: secondo i racconti, gli uomini che corrono oggi sono i loro discendenti. Ogni anno, le strade di Castiglione si animano con la musica e le bandiere colorate di ogni quartiere. L’evento è abbinato ad un festival gastronomico centrato sul pesce che celebra la fama culinaria della città.