Castel del Piano è un paese che sorge ai piedi del principale rilievo maremmano, ovvero il Monte Amiata, il centro abitato dista circa 56k dalla città di Grosseto, capoluogo di provincia ed è uno dei comuni principali dei territori meridionali della regione Toscana.

Il comune di Castel del Piano si estende su una superficie di 67,80 km², contando una popolazione di circa 4.330 abitanti, fanno parte del territorio comunale le frazioni di Montenero d’Orcia e Montegiovi e confina con i comuni di Santa Fiora, Arcidosso, Seggiano e Cinigiano, sotto la provincia di Grosseto, Abbadia San Salvatore e Montalcino, sotto la provincia di Siena.

Il territorio sul quale oggi sorge il paese di Castel del Piano fu abitato fin dal Paleolitico e dal Neolitico, come possono testimoniare i numerosi ritrovamenti che sono stati effettuati sui principali siti archeologici dell’area, le origini del paese si collocano però nell’alto Medioevo, precisamente viene nominato per la prima volta nell’890, come possedimento dell’Abbazia del Monte Amiata, successivamente il paese appartenne alla famiglia degli Aldobrandeschi, conti di Santa Fiora, in seguito divenne un dominio della Repubblica di Siena per passare poi sotto il Granducato di Toscana.

DA NON PERDERE

Castel del Piano è un paese che sorge ai piedi del principale rilievo maremmano, ovvero il Monte Amiata, il centro abitato dista circa 56k dalla città di Grosseto, capoluogo di provincia ed è uno dei comuni principali dei territori meridionali della regione Toscana.

Il comune di Castel del Piano si estende su una superficie di 67,80 km², contando una popolazione di circa 4.330 abitanti, fanno parte del territorio comunale le frazioni di Montenero d’Orcia e Montegiovi e confina con i comuni di Santa Fiora, Arcidosso, Seggiano e Cinigiano, sotto la provincia di Grosseto, Abbadia San Salvatore e Montalcino, sotto la provincia di Siena.

Il territorio sul quale oggi sorge il paese di Castel del Piano fu abitato fin dal Paleolitico e dal Neolitico, come possono testimoniare i numerosi ritrovamenti che sono stati effettuati sui principali siti archeologici dell’area, le origini del paese si collocano però nell’alto Medioevo, precisamente viene nominato per la prima volta nell’890, come possedimento dell’Abbazia del Monte Amiata, successivamente il paese appartenne alla famiglia degli Aldobrandeschi, conti di Santa Fiora, in seguito divenne un dominio della Repubblica di Siena per passare poi sotto il Granducato di Toscana.

PRENOTA ORA

DA NON PERDERE

MUSEI

EVENTI