Cinigiano sorge a circa trenta chilometri dalla città di Grosseto, in un territorio al confine tra la meravigliosa Maremma toscana e l’imponente massiccio del Monte Amiata; la cittadina di Cinigiano è assolutamente deliziosa ed offre la possibilità di godere di panorami del tutto unici nel loro genere che spaziano dalle stupende pianure grossetane, alle colline della Maremma toscana, fino ad incontrare le pendici rocciose del complesso amiatino.

La cittadina nasce intorno all’XI secolo intorno ad un originario castello fortificato e ben presto divenne un possedimento della potente famiglia degli Aldobrandeschi del ramo di Santa Fiora; successivamente il controllo viene esercitato a fasi alterne della Repubblica di Siena e con l’avvento della casata dei Medici, con il loro rappresentante Cosimo I, il territorio di Cinigiano venne annesso al Granducato di Toscana.

Cinigiano sorge in uno straordinario territorio agricolo, ricco di coltivazioni di viti e ulivi ed è celebre per la produzione del Montecucco DOC, vino di straordinaria qualità che ha ottenuto il riconoscimento nel 1998; il vino viene prodotto principalmente con il vitigno di tipo Sangiovese ed è l’accompagnamento ideale di formaggi e si sposa perfettamente con l’ottimo sapore della Castagna IGP del Monte Amiata.

Grazie alla produzione di questo straordinario vino il borgo di Cinigiano è stato inserito nel percorso della Strada del Vino di Montecucco, particolare itinerario che offre agli appassionati del vino ma non solo a loro, la possibilità di percorrere le vie ed osservare le campagne e i luoghi della produzione del Montecucco, rivivendo antichi sapori e vecchie tradizioni locali.

Il paese del comprensori amiatino è inoltre famoso per la produzione di un olio di ottima qualità, candidato per presto ad ottenere il riconoscimento DOC; l’olio viene ottenuto con la tipologia di cultivar, Olivastra Seggianese, adatta ad essere coltivata in questi particolari territori vicini alla montagana.
Ogni anno, per celebrare la produzione del Montecucco DOC e per ricordare la grande importanza che il settore vinicolo ha per la cittadina di Cinigiano viene organizzata la tradizionale “Festa dell’Uva”; la manifestazione prevede l’apertura delle cantine del paese, all’interno delle quali sarà possibile degustare l’ottimo vino ed assaporare i prodotti tipici locali, e le tre contrade in cui si divide il borgo, che sono quelle del Mulino, della Piscina e del Cassero, organizzano un corteo di Carri Allegorici.

DA NON PERDERE

Cinigiano sorge a circa trenta chilometri dalla città di Grosseto, in un territorio al confine tra la meravigliosa Maremma toscana e l’imponente massiccio del Monte Amiata; la cittadina di Cinigiano è assolutamente deliziosa ed offre la possibilità di godere di panorami del tutto unici nel loro genere che spaziano dalle stupende pianure grossetane, alle colline della Maremma toscana, fino ad incontrare le pendici rocciose del complesso amiatino.

La cittadina nasce intorno all’XI secolo intorno ad un originario castello fortificato e ben presto divenne un possedimento della potente famiglia degli Aldobrandeschi del ramo di Santa Fiora; successivamente il controllo viene esercitato a fasi alterne della Repubblica di Siena e con l’avvento della casata dei Medici, con il loro rappresentante Cosimo I, il territorio di Cinigiano venne annesso al Granducato di Toscana.

Cinigiano sorge in uno straordinario territorio agricolo, ricco di coltivazioni di viti e ulivi ed è celebre per la produzione del Montecucco DOC, vino di straordinaria qualità che ha ottenuto il riconoscimento nel 1998; il vino viene prodotto principalmente con il vitigno di tipo Sangiovese ed è l’accompagnamento ideale di formaggi e si sposa perfettamente con l’ottimo sapore della Castagna IGP del Monte Amiata.

Grazie alla produzione di questo straordinario vino il borgo di Cinigiano è stato inserito nel percorso della Strada del Vino di Montecucco, particolare itinerario che offre agli appassionati del vino ma non solo a loro, la possibilità di percorrere le vie ed osservare le campagne e i luoghi della produzione del Montecucco, rivivendo antichi sapori e vecchie tradizioni locali.

Il paese del comprensori amiatino è inoltre famoso per la produzione di un olio di ottima qualità, candidato per presto ad ottenere il riconoscimento DOC; l’olio viene ottenuto con la tipologia di cultivar, Olivastra Seggianese, adatta ad essere coltivata in questi particolari territori vicini alla montagana.
Ogni anno, per celebrare la produzione del Montecucco DOC e per ricordare la grande importanza che il settore vinicolo ha per la cittadina di Cinigiano viene organizzata la tradizionale “Festa dell’Uva”; la manifestazione prevede l’apertura delle cantine del paese, all’interno delle quali sarà possibile degustare l’ottimo vino ed assaporare i prodotti tipici locali, e le tre contrade in cui si divide il borgo, che sono quelle del Mulino, della Piscina e del Cassero, organizzano un corteo di Carri Allegorici.

PRENOTA ORA

DA NON PERDERE

MUSEI E ATTRAZIONI

EVENTI