CHIESA DI SANT’AGOSTINO

La Chiesa risale al 1146 e venne posta sotto il controllo degli agostiniani nel 1309, da qui il suo nome di Chiesa di Sant’Agostino.

L’aspetto attuale dell’edificio è dovuto alla ricostruzione avvenuta nel 1681, all’edificio principale si affianca un campanile trecentesco.

Originariamente la chiesa ospitava una Madonna col Bambino in legno, poi spostata nel Museo Diocesano di Palazzo Orsini a Pitigliano, e realizzata da Jacopo della Quercia.

Tra le opere da ammirare all’interno della chiesa ci sono due reliquiari di Sant’Agostino e di Santa Monica, un Crocifisso in legno del XIV secolo e la pietra sepolcrale del Conte Ildebrandino di Bonifazio.