Si può capire quanti anni abbia Saturnia soltanto guardandola. I primi abitanti della zona arrivarono alla fine dell’Età del Bronzo, ma ci sono rovine nella campagna circostante che sono molto più antiche, antiche abbastanza da far pensare che Saturnia fosse la prima vera città d’Italia.
Eppure, per un luogo che ha visto almeno 2800 estati, Saturnia è difficile da collocare. I Maremmani vicini insistono che la città ha venduto la sua anima al diavolo, ed è per questo che si sente vuota. Ma dato che Saturnia attira più turisti rispetto a tutti gli altri paesi della valle del Fiora messi insieme, è probabile che dietro questa credenza vi sia solo un po’ di invidia. Le sue reliquie etrusche, romane, medievali e rinascimentali sono incredibili e fanno parte del paesaggio attuale, proprio come i suoi ottimi ristoranti. Purtroppo, molti turisti non vedono mai queste reliquie e vengono a Saturnia soprattutto perché è una delle più popolari destinazioni termali d’Italia. Qui è possibile immergersi nelle piscine dalla temperatura naturale di 37°C tutto l’anno. Non fate ciò che fa la maggior
parte dei turisti. Visitando Saturnia non dimenticate di immergervi anche nella sua storia millenaria.

Oggi le antiche sorgenti termali, tanto amate dai Romani, sono l’attrazione più bella di questo territorio, tanto da essere considerata le “Terme Libere più Belle della Toscana”

Saturnia sprofonda in un passato incerto che rende difficile comprendere i suoi monumenti. Nella vicina Bagno Santo, gli archeologi hanno trovato resti di un luogo sacro che si crede appartenere a una civiltà mitica detta pelasgica, che sarebbe arrivata via mare dalle isole dell’Egeo 2000 anni prima di Cristo. Si tratta di una teoria non dimostrata, e se
chiedete in giro, i Saturnini non faranno mostra di apprezzarla particolarmente, poiché sanno che la loro città è molto più vecchia di tutte le altre e per loro questo basta. È possibile esplorare la necropoli lasciata dai primi abitanti di Saturnia, i villanoviani dell’VIII secolo a. C., nella vicina Sede di Carlo ( chiedere all’ufficio turistico; 0564 620532). Col passare del tempo, Saturnia divenne una delle più belle e ricche città dell’Etruria. All’epoca si chiamava Aurinia, la “città dell’oro”. Nel 183 a.C. Aurinia divenne una prefettura di Roma e presto ebbe più di 25.000 abitanti: si potrebbe dire che sia stata la New York dell’Impero Romano.

EVENTI

Saturnia Festival

Un festival dedicato alla musica classica, una serie di concerti nella splendida cornice di Piazza Vittorio Veneto, l’ultima settimana del mese di Agosto.