La seconda Città del Tufo è un’oasi di pietra in un mare di verde.

Nel corso dei secoli, tre fiumi hanno scavato solchi profondi nei livelli inferiori della rupe che sorregge Sorano, in modo che molte delle sue case ora pendono pericolosamente sopra le profondità della valle del fiume Lente. La città prende probabilmente il suo nome dal dio etrusco-falisco Pater Soranus che correva con i lupi e trascorreva l’eternità nascosto sulle montagne. È un nome adatto per una città costruita su una rupe isolata. Il modo migliore per apprezzare Sorano è quello di vagare a caso per le sue stradine. La città è troppo piccola e stretta perché corriate il pericolo di perdervi. Ogni via ha il suo carattere e offre una sorprendente vista sul selvaggio paesaggio circostante. Questa campagna è piena di necropoli e rovine preistoriche che possono essere esplorate (chiedere all’ufficio turistico; 0564 633099). Sorano ha anche le sue sorgenti calde: sebbene non famose come quelle di Saturnia, queste sorgenti sono altrettanto calde, e scaturiscono da una fonte sotterranea a 36°C tutto l’anno.

EVENTI

Tra Tufo ed Birra

Ultima settimana di Agosto

Quando cultura, birra e buona cucina si incontrano una festa non può che essere un successo. Basta chiederlo alle centinaia di persone che frequentano questo festival ogni anno: tra le cose da non perdere ci sono le squisite birre locali e internazionali e la musica da tutto il mondo.